Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 22/03/2013 16:28:00
Campagna Screening
La buona abitudine di prevenire
Prevenzione tumore del seno: lo screening mammografico

La prevenzione del tumore del seno attraverso lo screening mammografico viene svolta dal Centro Screening oncologici del Servizio Medicina Preventiva di Comunità dell’ASL di Bergamo.
Gli operatori sanitari di questo Servizio si occupano di comunicazione con l’utenza, con le Strutture ospedaliere, con altri operatori sanitari e associazioni territoriali (Federfarma, Lega contro la Lotta dei Tumori) impegnati nel campo della prevenzione oncologica.
Collaborano inoltre con il Centro Screening i Medici di Assistenza Primaria e gli Specialisti, che assicurano la sorveglianza di tutta la popolazione, anche di quella che non rientra nei programmi di screening perché non appartenente alla classe d’età.

La popolazione femminile coinvolta dallo screening appartenente alla classe di età 50-69 anni viene invitata dalla ASL ogni due anni ad eseguire un test di screening per la diagnosi precoce di una lesione tumorale o suscettibile alla trasformazione maligna. Questo test di primo livello è rappresentato dalla mammografia bilaterale in doppia proiezione, che è un esame semplice nella tecnologia e nell’utilizzo delle apparecchiature, con elevata sensibilità diagnostica (85-90% per mammelle adipose; inferiore al 70 % in mammelle dense), ed elevata specificità (di poco inferiore al 90-95%), con un rapporto positivo costo/efficacia.

In caso di esito non negativo della mammografia di screening alla donna sarà assicurata, senza versamento di ticket, presso una delle strutture ospedaliere della provincia, una serie di accertamenti clinici e di diagnostica radiologica e chirurgica d’approfondimento, avviando le eventuali cure che si rendessero necessarie.

L’Azienda Sanitaria Locale di Bergamo, attraverso la campagna di screening, assicura con equità ad ogni donna un percorso di diagnosi e terapia, gratuito ed accessibile. Le prestazioni specialistiche dei programmi di screening, basate su evidenze scientifiche, sono, infatti, ricomprese nei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) e pertanto non vi è la compartecipazione della spesa da parte del cittadino.

Attività del 2012 dell’ASL di Bergamo
Nel periodo gennaio-novembre 2012 sono state invitate 63.985 donne assistite di età compresa tra i 50 ed i 69 anni d’età (corrispondente al 97,78% della popolazione target annuale di 65.439 donne residenti di fascia d’età 50-69 anni - dati ISTAT 2011) e si sono sottoposte a mammografia di screening 38.904 donne.
Il tasso di adesione corretta nel periodo gennaio-novembre 2012 è pari a 67,78% = 38.904/(63.985-6.586), essendo 6.200 le persone escluse dopo invito (esclusioni per motivi clinici o esame recente) e 386 gli inviti inesitati (resi per cambio di domicilio/residenza).

Per ogni informazione sulle campagne di prevenzione oncologica dell’ASL della Provincia di Bergamo è possibile comunicare con gli operatori del Centro Screening al numero verde 800512330, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.
www.asl.bergamo.it

Laura Tessandri Dirigente Referente Centro Screening dipartimento prevenzione medico ASL BERGAMO

Giuliana Rocca Responsabile Servizio di Medicina Preventiva
e Gestione Screening - dipartimento prevenzione medico ASL BERGAMO

Fonte: ASL BERGAMO
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact