Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 12/03/2012 15:05:00
Conciliazione: Dote famiglia e lavoro
L’Asl scende in campo con idee concilianti…
La scadenza per le domande è il prossimo 31 maggio 2012
Tutto quello che volete sapere sul progetto Conciliazione. la “Dote conciliazione Famiglia e Lavoro” è un primo passo che dà risalto al doppio ruolo che hanno assunto le donne nel contesto sociale.
***

Nata al fine di agevolare le donne che sono sempre più impegnate nell’ambiente professionale, la “Dote conciliazione Famiglia e Lavoro” è un primo passo che dà risalto al doppio ruolo che hanno assunto le donne nel contesto sociale.
Le madri lavoratrici, è ormai noto, riscontrano crescenti difficoltà nell’organizzare la loro attività lavorativa conciliandola con le necessità familiari. Per questo motivo i voucher erogati dall’Asl, all’interno del progetto regionale "dote conciliazione", sono destinati a fornire una risposta concreta ed efficace ai bisogni delle madri lavoratrici, che rientrando al lavoro dopo la maternità, scelgono di avvalersi dei servizi per l’infanzia che aderiscono alla “filiera” conciliazione.

La dote per le mamme

L’Asl offre, quindi, un iniziale sostegno alla maternità, La dote consiste nel rimborso delle spese sostenute per usufruire di uno o più servizi per la prima infanzia (asili nido, micronidi, nidi famiglia, baby sitting, baby parking, ludoteche, centri prima infanzia), operanti in uno dei sei territori coinvolti nella sperimentazione (Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Mantova, Monza Brianza), che hanno aderito al progetto regionale.
Il rimborso consiste in un indennizzo economico del valore complessivo di € 1.600, che corrisponde ad un importo mensile di € 200 per la durata massima di otto mesi.

Sono molte le richieste pervenute, fino ad ora sono già state ricevute e registrate ben 150 richieste (provenienti da tutti i distretti socio-sanitari del territorio) da parte di neo-genitori che, in possesso dei requisiti previsti nell’ambito della sperimentazione del piano regionale per la Conciliazione Famiglia – Lavoro, hanno raccolto la proposta conciliativa.
I termini, per presentare la richiesta scadono il 31 maggio 2012, pertanto gli interessati, muniti di copia di un documento di identità in corso di validità e l’autocertificazione del proprio status occupazionale, hanno ancora tempo per rivolgersi agli sportelli dedicati nei rispettivi distretti competenti per area territoriale.

La dote per l'impresa
Su indicazione regionale, la dote conciliazione si declina in due tipologie di voucher. Oltre a vantaggio della persona, è stata pensata anche una linea d’intervento destinata all’impresa, realizzando voucher premianti solo per le aziende che assumono madri, escluse dal mercato del lavoro o in condizioni di precarietà lavorativa. Infatti per il percorso “premialità assunzione”, sono già 90, le domande presentate per beneficare delle agevolazioni economiche.

Con DGR Lombardia n. 381 del 05/08/2010 Regione Lombardia ha recepito e posto le basi per l’attuazione dell’intesa governativa a favore della conciliazione dei tempi di lavoro e di vita. L’impegno dell’Asl, che ha accolto gli indirizzi regionali articolati in una duplice direzione, sia a favore della persona sia a vantaggio delle imprese, avvalora la rete d’interventi territoriali per incentivare con un impegno massimo, la realizzazione di azioni mirate volte a favorire la nascita di una vera rete per la conciliazione famiglia-lavoro. Una prima risposta positiva è stata fornita proprio mappando i bisogni.  A settembre il primo step di monitoraggio riguardo alla dote sperimentale ha rilevato un considerevole successo. Pertanto, verificato l’andamento favorevole ed il notevole interesse all’iniziativa, riscontrato sia dal numero di domande ricevute presso i Distretti territoriali sia dalla massiccia adesione da parte dei servizi per l’infanzia al progetto dote, i termini sono stati prorogati di altri 5 mesi.
Questo è solo un esempio di come il protocollo organizzativo non rimanga solo sulla carta…

 

Sabrina Damasconi

Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact