Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 09/04/2015 15:34:00
Coinvolti 3500 assistiti
Il Progetto “Cardio 50”
Dopo un avvio sperimentale, nel Distretto dell'Isola, il progetto verrà esteso a tutto il territtorio bergamasco

Il progetto è già stato sperimentato in Veneto nel 2009 e dalla nostra ASL nel 2013 nel distretto Isola Bergamasca con buoni risultati.
"Programma organizzato di screening del rischio cardiovascolare finalizzato alla prevenzione attiva nei soggetti cinquantenni" (cardio 50) con l'obiettivo principale di ridurre la mortalità e la morbosità per eventi cardiovascolari, attraverso una maggiore consapevolezza da parte dei cittadini rispetto alla propria condizione di rischio, indispensabile per attuare modifiche agli stili di vita. Altro obiettivo del progetto è l’anticipazione diagnostica: si identificano e, se necessario, si trattano i soggetti ipertesi, iperglicemici e ipercolesterolemici, che non essendo sintomatici non sono ancora in carico al medico curante.
Il progetto si rivolge ai nati 1964, per due motivi: uno meramente organizzativo legato alla fattibilità e sostenibilità del progetto con riferimento ai carichi di lavoro indotti; il secondo è rappresentato dall’evidenza che i neocinquantenni sembrerebbero più sensibili ad attuare dei cambiamenti, se opportunamente motivati.

Si stima ai fini della realizzazione del progetto “CARDIO 50”- in base alle indicazioni del CCMR Veneto - di invitare almeno 3.500 assistiti (corrispondente al 70% di un target teorico di 5.000 persone nate nel 1964), di cui si auspica un’adesione pari al 40% (1.400 persone)

A partire dal mese di maggio 2015 le persone nate nel 1964 saranno invitate, con un appuntamento individuale, presso uno dei 9 ambulatori del Dipartimento di Prevenzione Medica nelle sedi di Bergamo, Albino, Bonate Sotto, Clusone, Lovere, Romano di Lombardia, Trescore Balneario, Treviglio e Zogno.
Nella seduta ambulatoriale al cittadino sarà somministrato un questionario sugli stili di vita (abitudini alimentare, pratica di attività motoria o sedentarietà, fumo di sigaretta, consumo di alcool), e saranno misurati alcuni parametri (peso, altezza, girovita, pressione arteriosa e dosaggio da prelievo capillare della glicemia).
La valutazione del rischio cardiovascolare è gratuita ed i dati raccolti saranno registrati dal personale dell’ASL su un software dedicato per il progetto “Cardio 50”, fornito dalla Regione Veneto. Al termine della visita sarà fornita una relazione personale, che sottolinea i fattori di rischio e propone alcune attività per correggerli. In alcuni casi sarà necessario inviare una relazione anche al Medico di Famiglia, se oltre a comportamenti a rischio si rilevano parametri che superano i livelli normali di riferimento (es. glicemia e/o pressione arteriosa alte).

Per coloro che presentano parametri nella norma ma abitudini di vita “non corrette” (ad esempio sedentarietà, fumo di sigaretta ecc.) verranno proposti “programmi di miglioramento” con la partecipazione ad attività dell’ASL di promozione dell’attività fisica (gruppi di cammino), correzione delle abitudini alimentari (counselling nutrizionale di gruppo), corsi per la disassuefazione dal tabagismo. Le persone che presentano parametri nella norma e devono correggere le proprie abitudini saranno nuovamente chiamate dall’ASL dopo 6 mesi per monitorare eventuali cambiamenti messi in atto.

Per essere informati sulle attività dell’ASL e sulla promozione di sani stili di vita i cittadini possono rivolgersi al numero verde dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico 800447722 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00.

Dott. Bruno Pesenti - Direttore Dipartimento di Prevenzione Medico ASL Bergamo

Fonte: ASL Bergamo
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact