Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 18/02/2015 14:33:00
G.A.P.
Campagna di sensibilizzazione sul Gioco d'Azzardo Patologico
La conferenza stampa in ASL Bergamo

Il tema del gioco d’azzardo e delle problematiche che lo stesso sta determinando a livello sia di singoli individui, sia di collettività è diventato un oggetto di attenzione e di allarme da diversi punti di vista. I dati disponibili, evidenziano infatti che si tratta di un fenomeno in espansione, che va contenuto e governato.
Coerentemente con quanto realizzato negli anni precedenti in termini di raccordo e collaborazione con le reti territoriali, ASL Bergamo ha costituito, fin dall’autunno 2103, un tavolo interistituzionale sul tema della prevenzione del Gioco d’azzardo patologico [1], che ha messo a punto un piano operativo sulla prevenzione del gioco d’azzardo patologico, successivamente assunto all’interno dal piano attuativo sul GAP approvato dal Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci nel gennaio scorso e che prevede una serie di iniziative ad ampio spettro.
La conferenza stampa del 30 gennaio scorso quindi, oltre a rappresentare il momento ufficiale di presentazione e lancio della campagna di comunicazione sul GAP ha voluto rappresentare un momento di informazione sul più ampio Piano d’azione già in corso di realizzazione e che si articola su diversi livelli:
Interventi di informazione e sensibilizzazione
E’ stato messo a punto un piano di comunicazione provinciale che partirà dal prossimo mese di febbraio e che, attraverso strumenti, modalità e contenuti comunicativi diversi, prevede:
La collaborazione con Comune di Bergamo e ATB per veicolare messaggi preventivi sui mezzi pubblici attraverso la collocazione di pendenti;
Il coinvolgimento della Grande distribuzione per veicolare messaggi informativi/preventivi attraverso l’esposizione di “vele” e altro materiale informativo. Al momento attuale hanno confermato l’adesione il Distretto Urbano del Commercio di Bergamo Auchan e COOP. Il Comune di Bergamo sta esplorando la possibilità di coinvolgere altri soggetti nell’iniziativa;
La collaborazione con “L’Eco di Bergamo” per l’inserimento di cartoline a tema nel giornale;
La realizzazione di spillette con lo spot della campagna, mirate agli studenti delle scuole superiori che saranno investiti del ruolo di promotori di un messaggio di contrasto al gioco d’azzardo;
La Realizzazione di materiali informativi da destinarsi ai locali slot.
La realizzazione di un video (ancora in fase di produzione) da inserire nei canali dei social media.

Interventi di conoscenza del fenomeno
Realizzazione di un’indagine campionaria sulla popolazione > 65 anni della provincia Bergamo, finalizzata a fornire elementi conoscitivi sulla diffusione e sulle caratteristiche del fenomeno in questa fascia di età, nonché ad individuarne i bisogni preventivi specifici.
L’indagine, realizzata con il CNR di Pisa, ha visto la collaborazione, oltre che dei soggetti già coinvolti nel tavolo prevenzione GAP, anche di: Sindacati Pensionati CIGL e CISL, Federconsumatori e Adiconsum.
Attualmente si è conclusa la fase di raccolta dati che ha visto un totale di 802 questionari rientrati su un totale di 2000 inviati, risultato considerato più che soddisfacente per il tipo di studio e di target coinvolto. E’ in corso la fase di elaborazione dei dati che dovrebbe concludersi con la produzione di un report entro il prossimo mese di febbraio.

Interventi preventivi
Interventi di formazione
E’ stato realizzato – tra settembre e ottobre 2014 - un intervento formativo di primo livello, rivolto a operatori socio-sanitari del pubblico e del privato sociale, finalizzato a formare un pool di operatori in grado di attivare percorsi formativi rivolti a diverse tipologie di target intesi come moltiplicatori dell’azione preventiva.
Tali operatori, oltre a diventare i formatori che ASL autorizzerà all’intervento nei corsi di formazione obbligatori per gestori di locali slot, secondo quanto disposto dalle norme regionali, attiveranno, nel corso del 2015, percorsi formativi rivolti agli assistenti sociali dei Comuni, alla Polizia Locale e alle associazioni di volontariato.

Interventi di Comunità
Il tavolo prevenzione GAP ha messo a punto, prendendo le mosse da alcune iniziative già attivate a livello territoriale (per esempio nell’Ambito di Treviglio), un Codice Etico sul tema del Gioco d’Azzardo rivolto ai gestori di locali e di sale slot, il cui obiettivo è quello di promuovere alcune buone pratiche finalizzate a ridurre il rischio di un’evoluzione in senso problematico del gioco d’azzardo.
Tale codice verrà promosso su tutto il territorio provinciale, ma in via sperimentale e in collaborazione con il privato sociale, sarà diffuso in modo più mirato negli Ambiti Territoriali di Grumello, Romano di Lombardia, Treviglio e Valle Brembana. Su questi territori sono già stati avviati i contatti con gli Uffici di Piano finalizzati a condividere modalità e strategie per la mappatura dei locali coinvolgibili e per la promozione del codice etico stesso.

Interventi educativo - promozionali nei contesti scolastici
Prosecuzione dei progetti di prevenzione universale, che utilizzano le strategie educativo - promozionali e di life skills, già attivi nei contesti scolastici finalizzati alla promozione dei fattori individuali di protezione:
Progetto triennale Life Skills Training Program per la scuola secondaria di primo grado a cui è stata aggiunta un’unità sul gioco d’azzardo.
Progetto UNPLUGGED per la scuola secondaria di secondo grado.
Progetto biennale “Giovani spiriti” per la scuola secondaria di secondo grado, che prevede anche un modulo specifico sul gioco d’azzardo patologico.

 

[1] Il Tavolo provinciale per la Prevenzione del GAP è coordinato dal Dipartimento Dipendenze dell’ASL e formato da referenti di ASCOM, Associaz. Atena, Associaz. Giocatori Anonimi, Associaz. Libera, Associaz. Provinciale Polizia Locale, Caritas Bergamo, Comune di Bergamo, Confcooperative – Federsolidarietà, CONFESERCENTI, Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, L’Eco di Bergamo, Prefettura, Questura, Sindacato – CGIL, Sindacato – CISL, Tavolo Enti Accreditati, Tavolo Terzo Settore.

 

 

 

 

Dr. Luca Biffi -  Responsabile U.O. Prevenzione e Interventi di prossimità del Dipartimento Dipendenze ASL Bergamo

Fonte: ASL Bergamo
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact