Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 18/02/2015 13:42:00
A Roma la presentazione dei dati
OKKIO alla Salute: i risultati della raccolta del 2014
Asl Bergamo aderisce al programma dal 2012

Il 21 Gennaio nell’ambito di uno specifico convegno che si è svolto a Roma presso la sede del Ministero della Salute, sono stati presentati i primi risultati relativi alla IV raccolta dati del sistema di sorveglianza Okkio alla salute, un programma attivo dal 2007 promosso dal CCM/Ministero della Salute e coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, che permette di raccogliere informazioni con frequenza biennale sullo stato ponderale e sui comportamenti a rischio dei bambini della scuola primaria in tutte le regioni italiane.

Anche ASL Bergamo, che ha aderito al programma nel 2012, ha partecipato attivamente per la seconda volta alla raccolta dati nelle classi campione selezionate sul territorio della provincia bergamasca.

Ad oggi sono disponibili i risultati nazionali che evidenziano livelli preoccupanti di eccesso ponderale nei bambini: il 20,9% dei bambini è in sovrappeso (più nelle femmine) e il 9,8% obeso (più nei maschi), anche se viene confermata una leggera progressiva diminuzione dell’eccesso ponderale già osservata nelle precedenti raccolte. La prevalenza del sovrappeso e dell’obesità risulta correlato al peso in eccesso e al basso titolo di studio dei genitori, mentre non è significativa la relazione con la cittadinanza.
Le prevalenze più alte sono nelle regioni del Sud e del centro, mentre la Lombardia insieme al Trentino Alto Adige e alla Valle d’Aosta è tra le regioni più virtuose.
Si conferma, anche, la grande diffusione tra i bambini italiani di abitudini alimentari scorrette che possono favorire l’aumento di peso, specie se concomitanti; infatti, l’8% dei bambini salta la prima colazione e il 31% fa una colazione non adeguata (ossia sbilanciata in termini di carboidrati e proteine); il 52% fa una merenda di metà mattina abbondante, mentre il 25% dei genitori dichiara che i propri figli non consumano quotidianamente frutta e/o verdura e il 41% consuma abitualmente bevande zuccherate e/o gassate. La situazione rimane piuttosto stabile rispetto alle precedenti raccolte e solo per quanto riguarda il consumo della merenda abbondante e di bevande zuccherate si registra una diminuzione rispetto alla precedente raccolta.
Invariati anche se con tendenza al miglioramento gli aspetti relativi al movimento e alla sedentarietà: il 16% dei bambini non ha fatto attività fisica il giorno precedente l’indagine, il 18% pratica sport per non più di un’ora a settimana, il 42% ha la TV in camera, il 35% guarda la TV e/o gioca con i videogiochi per più di 2 ore al giorno e solo un bambino su 4 si reca a scuola a piedi o in bicicletta. Dati simili a quelli osservati nelle precedenti rilevazioni confermano l’errata percezione dei genitori dello stato ponderale e dell’attività motoria dei propri figli.
Inoltre, grazie alla partecipazione dei dirigenti scolastici e degli insegnanti, è stato possibile raccogliere informazioni sulla struttura degli impianti, sui programmi didattici e sulle iniziative di promozione della sana nutrizione e dell’attività fisica degli alunni in 2.408 plessi di scuole primarie italiane. I principali risultati evidenziano che il 74% delle scuole possiede una mensa; il 55% prevede la distribuzione per la merenda di metà mattina di alimenti salutari (frutta, yogurt ecc.); il 54% delle scuole prevede lo svolgimento di attività motoria extracurricolare.
Nel questionario d’indagine del 2014 sono stati individuati quattro nuovi indicatori: l’igiene orale, le ore di sonno, disturbi della vista, e il rispetto del divieto di fumo nella scuola: il 18 % dei bambini dichiara di non essersi lavato i denti prima di andare a letto la sera precedente l’indagine, il 12% dorme meno di 9 ore in un normale giorno feriale, il 19% indossa occhiali della vista e il 21% dei dirigenti scolastici dichiara di avere difficoltà a far rispettare il divieto di fumo negli spazi aperti della scuola
OKKIO alla SALUTE ha permesso di disporre di dati aggiornati e confrontabili sulla prevalenza di sovrappeso e obesità in età infantile e sullo stile di vita dei bambini. Inoltre, nel tempo ha dimostrato di avere caratteristiche di semplicità, affidabilità e flessibilità ed è, quindi, un valido strumento per supportare gli operatori di sanità pubblica nell’identificare i comportamenti a rischio maggiormente diffusi e nel definire le strategie per prevenirli e contrastarli.

 

Dr.ssa Parodi Daniela - Responsabile del Servizio Igiene della Nutrizione Dipartimento di Prevenzione ASL Bergamo

Fonte: ASL Bergamo
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact