Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 17/06/2014 16:35:00
E' arrivata l'estate ed..il caldo...
Caldo torrido? Ecco i consigli utili per proteggere la nostra salute
Il decalogo del Ministero della Salute

  E’ scoppiato il caldo, quindi, tutti all’aria aperta! Siamo ormai abituati, ogni anno, a confrontarci con le tipiche ondate di calore: prolungati periodi contraddistinti dalla concentrazione di temperature elevate e alti tassi di umidità.
   Il caldo procura l’alterazione dell’equilibrio dell’organismo che non riesce a ristabilire autonomamente il proprio livello termico. I primi caldi, tipici della bella ed attesa stagione estiva, possono portare seri rischi ed insidie per la salute.
   Le persone più a rischio sono le fasce più fragili della popolazione come gli anziani, specialmente con patologie croniche o malati soli, coloro che vivono in abitazioni surriscaldate e con scarsa ventilazione, soprattutto nelle grandi aree urbane o in zone con poco riparo all’ombra.
   Per questo è importante giocare d’anticipo per prevenire i danni che potrebbero produrre le temperature incandescenti. Come? Ecco alcuni consigli che lo stesso Ministero della Salute ha diramato in questi giorni con l’intento di porre particolare attenzione al proprio stato di benessere e mantenere la temperatura corporea normale in questa condizione climatica di caldo estremo. Il decalogo:

  1. Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata e si esce nelle ore più calde, dalle ore 11.00 alle 18.00, non dimenticare di proteggere il capo con un cappello di colore chiaro e gli occhi con occhiali da sole e proteggere la pelle con creme solari ad alto fattore protettivo;
  2. Indossare un abbigliamento adeguato, preferibilmente di fibre naturali e leggere che permettono la traspirazione della cute;
  3. Rinfrescare l’ambiente domestico e di lavoro;
  4. Fare bagni e docce con acqua tiepida, bagnarsi viso e braccia con acqua fresca per ridurre la temperatura corporea;
  5. Ridurre il livello di attività fisica all’aperto nelle ore più calde della giornata;
  6. Bere almeno 2 litri di acqua al giorno con regolarità ed alimentarsi in maniera corretta, prediligendo cibi leggeri e con alto contenuto di acqua quali frutta e verdura (salvo diversa indicazione del medico curante);
  7. Adottare alcune precauzioni se si esce in macchina: finestrini aperti o utilizzare il sistema di climatizzazione prima di iniziare un viaggio, arieggiare l’abitacolo prima di entrarvi se l’auto è rimasta esposta al sole;
  8. Mantenere correttamente i farmaci, leggendo le modalità di conservazione riportate sulle confezioni;
  9. Alle persone anziane o con patologie croniche è consigliato consultare il proprio medico per adottare le adeguate precauzioni;
  10. Sorvegliare e prendersi cura delle persone a rischio, segnalando ai servizi socio-sanitari eventuali situazioni che necessitano di un intervento.

   Dalla morsa nel caldo torrido è possibile trovare sollievo all’interno della rete di servizi che, anche per quest’anno, Regione Lombardia ha messo in campo con lo scopo di monitorare le condizioni di salute della popolazione.
   Infatti fino al prossimo 15 settembre, l’Arpa Lombardia invierà bollettini giornalieri in merito alle condizioni climatiche al Centro di Riferimento di Asl Bergamo che, in caso di emergenza invierà tempestivamente istruzioni pratiche alle diverse istituzioni, con cui già intrattiene ottime relazioni anche per la pianificazione comune dei piani di emergenza.
   La rete dei servizi prevede particolare attenzione agli anziani, dallo specifico monitoraggio delle persone assistite a domicilio al ricovero, se appropriato, in struttura ospedaliera ed eventuali dimissioni protette. L’individuazione preventiva dei cittadini a rischio medio-alto consente inoltre di gestire al meglio fenomeni di emergenza, valutando eventuali ricoveri di sollievo o servizi a domicilio sostituivi.

Nel periodo estivo Asl Bergamo ha attivato un sistema di allerta sempre attivo per gestire il recepimento e la trasmissione delle informazioni sulle previsioni meteorologiche ed i messaggi di allarme ed emergenza “ondate di calore”. L’Asl ha messo a disposizione il numero verde 800 002233, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10,00 alle 12,30 e dalle 13,30 alle 16,00 sino al 31 agosto, a cui la popolazione può rivolgersi per informazioni.


Dott.ssa Sabrina Damasconi - Ufficio Stampa ASL Bergamo e Direttore Responsabile ASL IN..FORMA http://aslinforma.youspace.it/index.asp#

Fonte: ASL Bergamo
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact