Tag Titolo Abstract Articolo
Pubblicato: 11/04/2014 16:40:00
L’ultima tendenza: il “binge drinking”
L’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica l’alcol come droga
Aprile, il mese dedicato alla prevenzione

L’alcol, contrariamente a quanto comunemente si crede, non è un nutriente ma una sostanza tossica il cui consumo non è per nulla utile all’organismo. L’Organizzazione Mondiale della Sanità classifica l’alcol come droga poiché in grado di produrre dipendenza, anche superiore rispetto alle droghe più note. Infatti, se l’alcol è ingerito per un periodo protratto nel tempo riesce ad insinuarsi nel nostro organismo inducendone assuefazione. Purtroppo, però, soprattutto nel corso degli ultimi anni questo “compagno dell’happy hour” esercita un crescente ascendete tra la popolazione giovanile che ne è fortemente attratta. Dalla recente indagine che ha interessato tutto il territorio nazionale, i dati messi a disposizione dall’Osservatorio delle Dipendenze Asl Bergamo mostrano che l’88,5% della popolazione studentesca provinciale nella fascia d’età tra i 15 ed i 19 anni assume bevande alcoliche almeno una volta nella vita e che, di questi, l’8% circa dei ragazzi ne consuma tutti i giorni. Ne emerge un quadro davvero preoccupante. I giovani, non solo soffrono di un precoce approccio al consumo alcologico, ma sono sempre più tentati da orientamenti e discutibili abitudini ispirate dai paesi nordici, come dimostra l’ultima tendenza alcologica: il “binge drinking”. Si tratta di un’abbuffata alcolica in cui si miscelano più tipi di bevande inebrianti rapidamente trangugiate in un unico cocktail. Ed i rischi? Purtroppo, possono essere anche mortali. Proprio per questo il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con le istituzioni territoriali competenti hanno rinnovato il proprio impegno al fianco della campagne di prevenzione e promozione della salute su alcol e problemi alcol-correlati. Asl Bergamo, sensibilmente attiva ed impegnata in questo campo, ha già raccolto la sfida proponendo a partire dalla giornata del 9 aprile una serie di iniziative che si collocano nel mese interamente dedicato a promuovere la consapevolezza riguardo i rischi legati al consumo ed abuso di alcol. La ricca kermesse di eventi in calendario nel nostro territorio, consultabile nella homepage del sito Asl www.asl.bergamo.it, offre occasioni d’incontro con e tra i giovani, per diffondere informazioni sugli effetti nocivi dell’abuso di alcol e per cercare di sfatare i luoghi comuni spesso diffusi tra i giovani che tendono a sminuire gli effetti negativi dell’assunzione delle bevande alcoliche. L'obiettivo? Mirare a sviluppare un approccio consapevole che possa contribuire a creare una nuova cultura della prevenzione, in particolar modo tra i giovani.

 

Dott.ssa Sabrina Damasconi - Ufficio Stampa ASL Bergamo e Direttore Responsabile ASL IN..FORMA http://aslinforma.youspace.it/index.asp#

Fonte: ASL Bergamo
Seguici su
Rss
ASL In...forma Periodico di informazione dell'Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Bergamo ora ATS Bergamo Edizione 2017 - Periodico reg. Tribunale di Bergamo iscritto n°8/2012 in data 22 Febbraio 2012 Direzione e Redazione via Gallicciolli 4 - 24121 Bergamo tel. 035/385199 - e-mail: sabrina.damasconi@ats-bg.it Editore: Mara Azzi Direttore Generale ASL Bergamo - Direttore Responsabile: Sabrina Damasconi Giornalista Ufficio Stampa e Comunicazione ASL BERGAMO
questo sito è stato realizzato con il CMS Journalist | About | Contact